Progetto l’Italiano in Campo

Il 21 novembre 2018, è stata presentata l’iniziativa “L’Italiano in campo” ideata da Andrea Pedemonte e organizzata dall Consolato generale d’Italia a Buenos Aires tramite il suo Ufficio scolastico. Gli alunni della Escuela n. 15 DE 19 “Evaristo Carriego” e i loro docenti di italiano prendono parte ad una giornata di sport il cui scopo è diffondere la lingua italiana attraverso pratiche partecipate e divertenti. Sede dell’evento di lancio il Club Atletico Nueva Chicago di Buenos Aires che ospita gratuitamente l’evento.

L’attività rientra tra le nuove iniziative di educazione informale che il Consolato generale sta portando avanti. Ciò al fine di rinnovare l’azione di diffusione della lingua italiana non più legata ai precedenti schemi di offerta formativa per i figli degli emigrati, quanto piuttosto come strategia inclusiva che stimoli i giovani studenti argentini ad avvicinarsi alla lingua del Belpaese.

Il programma della giornata prevede la presenza di circa 50 studenti che si divideranno in quattro squadre. A turno si cimenteranno in esercizi sportivi di calcio e hockey per eseguire i quali dovranno preliminarmente risolvere quesiti in lingua italiana per dimostrare conoscenza sia del lessico sportivo che di nozioni di cultura generale italiana. In tal modo, le squadre acquisiranno il proprio punteggio sia per le risposte ai quesiti in lingua italiana, sia per l’esecuzione degli esercizi ginnici previsti. “Non vi saranno vincitori né sconfitti in quanto la logica dell’iniziativa è partecipativa, in linea con lo spirito tipico della cooperazione italiana all’estero fondata sui valori della solidarietà e dell’inclusione” ha dichiarato il Console generale Riccardo Smimmo.

L’attività progettuale è stata resa possibile anzitutto dalla cooperazione del Consolato Generale con numerosi partner, primo fra tutti Andrea Pedemonte, referente in Argentina della Federazione italiana Hockey. Presente anche l’Associazione Dante Alighieri di Buenos Aires, nella persona della professoressa di italiano Monica Arreghini, che ha fatto da tramite con le scuole locali, aspetto che continuerà a gestire nel prossimo anno scolastico su indicazione del Consolato. L’iniziativa è patrocinata anche dal CONI, localmente guidato da Elio Squillari. Tra gli sponsor si segnala la presenza dell’Unione Calcio Sampdoria. Danno un contributo all’iniziativa anche l’Associazione “La Vittoria”, la Federazione italiana Hockey, il Patronato INCA di Buenos Aires, il Club sportivo italiano che ospiterà le attività progettuali nel prossimo anno scolastico, i quattro giovani volontari dell’Associazione AGISCO che effettuano in Argentina il servizio civile nazionale e l’Accademia sportiva italiana.

“Imparare senza avvertire la fatica dello studio – ha precisato il Dirigente dell’Ufficio scolastico consolare Giampiero Finocchiaro – è un modo per ricordare anzitutto agli adulti che l’apprendimento è curiosità e divertimento. I bambini lo fanno naturalmente, ma questa condizione si perde successivamente per i limiti di una offerta culturale che nei sistemi scolastici trova troppo spesso vincoli di impoverimento che spiegano la disaffezione dei giovani verso il mondo formale della scuola”.

Galería de imágenes