Porta: “Con l’elezione di Mattarella il Parlamento ha interpretato la volontà popolare, anche degli italiani del mondo”

Nel mezzo della crisi più difficile che l’Italia ha affrontato dal dopoguerra e nel pieno delle delicate fasi di attuazione da parte del governo del Piano di Ricostruzione e Resilienza (PNRR) sotto la guida del Presidente del Consiglio Mario Draghi, la volontà del Parlamento italiano che oggi a grande maggioranza ha eletto per la seconda volta Sergio Mattarella come Presidente della Repubblica costituisce un segnale di grande responsabilità istituzionale e di sintonia con il sentimento popolare.
Tutti gli italiani, compresi i milioni di connazionali che vivono nel mondo, hanno potuto conoscere e apprezzare in questi anni le straordinarie capacità di garante della Costituzione e di interprete dell’unità nazionale del Presidente Mattarella, e per questo sanno bene che in un momento così delicato e complesso (anche politicamente) questa scelta sarebbe stata l’unica in grado di garantire coesione e stabilità al Paese. Grazie al Presidente Mattarella per l’altissimo senso dello Stato che ha manifestato nel rispondere positivamente all’appello del Parlamento e del popolo italiano.
Viva l’Italia! Viva il Presidente della Repubblica!