Paula Reschini Mengoni, l’artista italoargentina venuta da Rosario al Louvre e al Milano Latin Festival

In occasione del bicentenario dell’indipendenza argentina, al Milano Latin Festival di Assago ha anche esposto la contrastata artista italo-argentina Paula Reschini Mengoni con la mostra “I dipinti del cuore”. In arte Paula De Deus, classe 1979, ha scoperto la passione e il talento per l’arte figurativa fin da piccola. Per questo, durante il percorso scolastico, ha iniziato i primi corsi complementari in materia a Santa Fe, in Argentina, già a 6 anni: infatti dal 1985 al 1987 ha frequentato un primo corso di ceramica.

Dall’87 al ’90 si è iscritta all’Accademia di disegno e pittura Miguel Angel; a 13 anni ha intrapreso il quinquennio del Curso independiente en artes plásticas; dal 1998, maggiorenne, è stata attratta da percorsi specifici di arte terapia, arte spirituale e arte come trasformazione sociale, che posteriormente le hanno aperto le porte al suo animo artistico.

Il percorso di studi artistici paralleli, si è dopo ricongiunto in una laurera in arti plastiche, conseguita nel 2003 all’Accademia di Belle Arti di Santa Fe. Una vera enfant prodige, ma con una vita contrastata tra il desiderio di liberare la propria creatività e l’angoscia di non essere compresa dalla realtà agricola e incolta in cui viveva.

“Per 9 anni ho dovuto vivere nella piccola comunità di Icapuí in Brasile – racconta Paula – 430 chilometri quadrati di territorio con 19 mila abitanti, una popolazione arretrata, senza sviluppo, luce e acqua; ti trovi in un’altra dimensione, in cui l’acqua si va a raccogliere alle fonti, in cui la parola d’ordine è la quotidianità, non certo arte trascendentale. Sono arrivata in Europa nel 2015 e ho dovuto cominciare a fare i conti, con immenso piacere, con un mondo fatto di cultura, passione, interiorità. Ho dovuto modificare tutto di me, a cominciare dal non dover girare più scalza e affaticata per le vie del mio paese”.

Dal 2009 alla sua partenza per l’Italia, Paula ha svolto il mestiere di insegnante di lingua spagnola e di fotografía ad Icapuí e Aracati, ha anche insegnato arte digitale e pittura nella Comunidad Pesquera Vila Nova de los Pueblos de Mar de Ceará, in Brasile. Dal 1987, vanta oltre 70 esposizioni, ma “il vero salto – conclude Paula – è stato lo sbarco al Louvre di Parigi nel 2015, dove ho ricevuto il titolo di Ambasciatore della cultura alla Divina Accademia di Arti, Scienze e Lettere”.

Magda Di Palma (pubblicato su Il Giorno il 05.07.2016)