Musica, dodici composizioni inedite di Puccini scoperte nella sua villa

Dodici composizioni inedite per organo di Giacomo Puccini sono state scoperte nell’archivio della Villa del compositore a Torre del Lago. Lo scrive il mensile ‘Classic Voicè in un articolo che sarà pubblicato nel numero in uscita il prossimo mese e che viene anticipato domani su www.classicvoice.com.

Secondo il mensile, si tratta di brevi composizioni per le funzioni liturgiche risalenti agli anni fra il 1873 e il 1880, quando il giovane Giacomo prestava servizio come organista titolare nella chiesa di San Girolamo a Lucca. La scoperta si deve a Gabriella Biagi Ravenni e Virgilio Bernardoni, rispettivamente presidente e vicepresidente del Centro Studi Giacomo Puccini: ‘Classic Voicè spiega che i manoscritti pucciniani, alcuni dei quali anche firmati, erano nell’archivio di Torre del Lago probabilmente da sempre, ma nessuno aveva mai avuto la possibilità di analizzarli e attribuirli al compositore.

L’accessibilità del prezioso fondo agli studiosi apre ora nuove prospettive anche alla ricerca. Claudio Toscani, unico musicologo presente nel consiglio della Fondazione Simonetta Puccini – sottolinea ancora il mensile – ha caldeggiato e favorito questa collaborazione. Negli ultimi anni erano già stati individuati 49 inediti per organo di Puccini: con le ultime scoperte, il totale sale ora a 61 pezzi e accende ancor più l’interesse sul periodo di formazione del futuro operista.

La nuova scoperta sarà presentata a Torre del Lago venerdì 27 aprile in una conferenza stampa congiunta dalla Soprintendenza archivistica della Toscana, dalla Fondazione Simonetta Puccini, rappresentata dal presidente Giovanni Godi e dal consigliere Claudio Toscani, e dal Centro Studi Giacomo Puccini con Gabriella Biagi Ravenni Virgilio Bernardoni. (Pubblicato su La Nazione il 24.04.2018)