Matera capitale europea della cultura 2019

La città di Matera sarà la capitale europea della cultura nel 2019, insieme a Plovdiv in Bulgaria.

Dopo Genova capitale europea della cultura nel 2004, Matera è la successiva città italiana ad ospitare la manifestazione. Il motto sarà Open future. La città è stata eletta capitale della cultura per i suoi celebri Sassi. Con questo nome si intendono due grandi quartieri che costituiscono, insieme alla “Civita” e al “Piano”, il centro storico della città di Matera. Il Sasso Barisano  è il più ricco di portali scolpiti e fregi che ne nascondono il cuore sotterraneo.

Il Sasso Caveoso, nel medioevo noto come Mons Caveosus (da cui probabilmente deriva il nome), è disposto proprio come la cavea di un teatro, con le case-grotte che scendono a gradoni. All’interno dei due Sassi vi sono poi vari quartieri, rioni e contrade dai nomi pittoreschi: u lammòrdu parav’su p’ndàf’cu mòlvu chianèddu casalnàv. A dividere le due valli sorge l’erta rupe della la Civita, che ospita la bellissima Cattedrale romanica. Ai piedi della Civita e al margine superiore dei Sassi giace ilPiano, il centro storico post-medievale, oltre il quale si estende la Matera contemporanea.  I Sassi furono abitati fin dalla preistoria.

Carlo Levi  ne parla in Cristo si è fermato a Eboli , ai suoi tempi i Sassi erano molto popolati, De Gaspari  nel dopoguerra ne  favorisce lo sfollamento, per le cattive condizioni  igieniche della gente che ci viveva,  basti pensare che la mortalitàa infantile era 4 volte superiore alla media nazionale. Nel 1993l’UNESCO li dichiara Patrimonio Mondiale dell‘Umanità.

Nei que quartieri storici, abitati fin dalla preistoria, sono stati girati vari film come La Passione di Gesù Cristo di Mel Gibson, Il Vangelo secondo Matteo di Pier Paolo Pasolini, Cristo si è fermato a Eboli di Francesco RosiBen-Hur di Timur Bekmambetov.

Edda Cinarelli