Incontro con Luis Novaresio nell’Ambasciata d’Italia a Buenos Aires

Nella cornice del Ciclo “In-genio en el periodismo”, mercoledì 19 giugno, si è svolto nell’Ambasciata d’Italia un incontro con il giornalista Luis Novaresio, già condecorato il 1° giugno con l’Ordine della Stella d’Italia.

Novaresio, invitato a dare una conferenza, sul tema “Ser Italiano – Ser Periodista”, ha affermato che non sarebbe potuto essere giornalista se non fosse stato figlio d’italiani. La nave, presa anche dal padre per arrivare in Argentina, è il simbolo dell’insicurezza in cui accettavano di vivere i migranti. Da lì la sua necessità di conoscere la storia della sua famiglia perché come diceva Montanelli “Chi ignora il suo passato non ha futuro”.

La scuola Dante Alighieri l’ha aiutato a capire la sua origine e a trovare alcune risposte alle sue domande esistenziali, la curiosità ha caratterizzato il suo stile di vita e lo spinge nella sua professione, che esercita con la maggior rigorosità possibile ed ha indicato la vanità come principale difetto dei giornalisti attuali.

Edda Cinarelli