Inaugurato con allegria stand dell’ENIT nella FIT AMERICA LATINA

Sabato 29 settembre dopo le quattordici, alla Fiera Internazionale del Turismo America Latina si è inaugurato lo stand dell’Enit. All’inaugurazione erano presenti: il ministro  del Turismo delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali nel governo Conte, Gian Marco Centinaio, il “Secretario de Turismo de la Nación Argentina”, Gustavo Santos, l’ambasciatore d’Italia Giuseppe Manzo, il console generale d’Italia a Buenos Aires Riccardo Smimmo, il console Gianluca Guerriero, altri funzionari MAECI, il direttore esecutivo della sede centrale dell’ENIT Roma Giovanni Bastianelli, la coordinatrice dell’ ENIT Argentina Veronica Morello, Maria Bernarda Rodríguez Mares, del dipartimento di Finanza dell’Enit, rappresentanti della collettività e molti giornalisti.

Centinaio e Santos hanno siglato insieme un accordo sul turismo e soddisfatti per l’obiettivo raggiunto, si sono messi a cantare Nel blu dipingo di blu, di Modugno, una delle canzoni che più identifica il paese Italia.

L’accordo prevede di stimolare il turismo delle radici, per risvegliare negli italo argentini l’amore per il paese d’origine, la sua arte, ma anche per l’enogastronomia italiana. In effetti, si sposta il centro del turismo dalle città d’arte come Venezia, Firenze, Roma, Napoli, alle regioni, come la Calabria e la Puglia, e ai paesini da cui sono partiti nei secoli passati molti immigranti. Si cerca di promuovere un turismo inizialmente sentimentale per aggiungere all’emozione una carica fisico sensoriale, attraverso il contatto con la natura, i vini, la cucina artigianale, le ferie, i mercati per rafforzare vincoli affettivi e far nascere nuovi business.

La Fiera dura fino al 2 ottobre. Per iniziare a suscitare la voglia di buoni cibi e far nascere l’acquolina in bocca si realizzano dei Cooking Shows giornalieri a carico dello chef calabrese Umberto Di Marco e degli chef del gruppo (Buenos Aires Cuochi Italiani), nello spazio “Piazza Italia”, dentro lo STAND ITALIA. Al pubblico non resta altro che cedere alla tentazione del cibo.

E’ la seconda volta che il ministro Gian Marco Centinaio viene in Argentina dove si sta facendo apprezzare per la sua semplicità e l’aria di bravo ragazzo italiano.

Edda Cinarelli

Galería de imágenes

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*


9 + 3 =