“In-genio italiano” a Buenos Aires

I 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci saranno celebrati in Argentina lungo tutto l’arco del 2019 con un ciclo di eventi che renderanno omaggio all’artista toscano, morto ad Amboise, in Francia, il 2 maggio 1519.

Il ciclo, denominato “In-genio italiano”, è stato inaugurato la sera del mercoledì 20 marzo a Buenos Aires con una “iniziativa creativa” nella residenza dell’ambasciatore d’Italia, Giuseppe Manzo. Sono intervenuti all’evento lo chef Mario Sciolla ed il musicista argentino Martin Keledjian, ritornato in Argentina dopo essersi esibito nel Teatro Olimpico di Roma in compagnia della cantante Milva e del bandeonista Daniel Binelli.

Leonardo Da Vinci è stato “una personalità innovatrice del suo presente e del futuro, precursore di creativi in numerosi campi”, ha detto l’ambasciatore Manzo dando il benvenuto agli ospiti in residenza.

Nel pomeriggio a Buenos Aires si era svolto il primo evento del ciclo “In-genio italiano”: una conferenza del professor Francesco Schianchi, tenuta nell’ambito dell’Italian Design Day 2019, sul tema dell’innovazione e delle città del futuro. Il messaggio dello studioso ha riguardato la necessità di “umanizzare la tecnologia per porre al centro le persone e risolvere problemi individuali e collettivi delle città di oggi e di domani”.

A partire dal design, nei prossimi mesi il ciclo “In-genio” si svilupperà con appuntamenti su architettura, scienze, letteratura, arti visive e musica, con conferenze, seminari e mostre. Uno degli eventi più attesi sarà la mostra di Michelangelo Pistoletto che esporrà le sue opere alla BienalSur, in programma fra giugno e settembre. Previsto infine anche un Forum per la promozione e lo sviluppo delle piccole e medie imprese e delle start-up innovatrici che in giugno stimolerà la collaborazione fra soggetti dei due Paesi sulla base dell’innovazione tecnologica come fattore unificante. (aise)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*


9 + 5 =