Gli auguri di Alfano agli italiani all’estero

“Cari connazionali, sono molto contento di augurarvi uno splendido Natale e un anno nuovo che vi regali tante soddisfazioni”. Inizia così il videomessaggio che il Ministro degli esteri Angelino Alfano ha registrato oggi per indirizzarlo a tutti gli italiani nel mondo.

“L’anno che sta per concludersi – ricorda Alfano – è stato un anno molto importante per noi qui alla Farnesina e speriamo di avere lavorato davvero per il bene di quei 5 milioni di nostri connazionali che anche se non hanno fisicamente i piedi qui in Italia, hanno il cuore e la testa rivolti all’Italia”.

“C’è un qualcosa che io ho notato e che mi ha veramente impressionato, per l’affetto e l’amore che siete riusciti a trasmettere a me e a tutti coloro i quali mi hanno accompagnato in questo anno: e cioè – spiega il Ministro – il fatto di non avere mai dimenticato per un solo momento la vostra identità, che è dettata dal cuore e dal fatto che Patria deriva da “Pater” da “Terra dei Padri” e questo è un qualcosa di ineliminabile, che non si può togliere dalla personalità e dalla identità, quasi dal DNA di ciascuno di voi che vive all’estero”.

“È stato un anno molto importante per la politica estera”, ribadisce Alfano nel messaggio. “In un solo a anno abbiamo presieduto il G7, abbiamo avuto la nostra partecipazione al Consiglio di Sicurezza dell’ONU, abbiamo partecipato a tanti formati e ci siamo occupati, attraverso il nostro personale civile e militare impegnato all’estero, che ringrazio davvero con tutta la forza di cui dispongo per il lavoro che ha svolto straordinario, con il nostro personale civile e militare ci siamo occupati di tantissime cose: dal salvataggio di nostri connazionali in difficoltà alla “liberazione” di colore quali erano in uno stato di costrizione per varia natura, e ci è riuscito in numerosi casi; alla assistenza di vario tipo prestata ai nostri connazionali, all’aiuto che abbiamo dato tramite la nostra rete diplomatica e consolare a quella popolazione nazionale residente all’estero in condizioni di particolare difficoltà in questo particolarissimo momento. Mi riferisco per esempio ai nostri connazionali in Venezuela”.

“Abbiamo avuto tanta soddisfazione dal nostro lavoro abbiamo avuto alcuni lutti, alcuni dispiaceri”, prosegue il Ministro, che rivolge in particolare “un saluto a coloro i quali hanno perso un loro familiare all’estero in questo anno, ai familiari delle vittime di Barcellona per esempio e vorrei dire che l’Italia non dimentica nulla, anche degli episodi tristi di questo anno”.

“Ci accingiamo a completare quest’anno. In queste ore sta per essere approvata la legge di stabilità”, ricorda, citando alcune misure contenute nella legge, ora al Senato per l’approvazione definitiva: “abbiamo pensato ai nostri imprenditori che avevano dei crediti in Libia, a quelli che avevano dei crediti in Venezuela e al tempo stesso abbiamo dato una mano d’aiuto alla struttura della Farnesina che è un po’ la cabina di regia di tutta la politica estera italiana”.

Quindi, il Ministro invia “una parola di particolare il calore nei confronti dei nostri militari impegnati all’estero e di tutti i colori quali – laici o religiosi che siano – militari ed anche civili servono il nostro paese all’estero con tutto il cuore e tutta la passione di cui dispongono”.

“A tutti voi connazionali che non siete fisicamente presenti in Italia – conclude Alfano – auguro un Natale che regali a voi e alle vostre famiglie ciò che il vostro cuore e il cuore delle vostre famiglie e più desidera. Tanti auguri di buon Natale e felice anno nuovo!”. (aise)