E’ l’Argentina il Paese con più iscritti Aire

Noi italiani si sa, siamo un popolo propenso all’emigrazione. Dall’Europa all’America passando per l’Australia: siamo quasi cinque milioni sparsi per tutto il mondo. Ma vi siete mai chiesti qual è il paese con più italiani? E la città straniera dove ne risiedono di più? La risposta per molti potrà sorprendere, e non poco. Secondo le statistiche la seconda casa degli italiani è, da decenni, l’Argentina.

Nel 2016 l’allora Primo Ministro Matteo Renzi, durante una lectio magistralis all’Università di Buenos Aires, disse che gli italiani nell’omonima capitale superavano quelli residenti a Bologna. Una dichiarazione che a molti sembrò assurda, ma che trovò conferma nei dati del Ministero degli Esteri rilasciati poco tempo dopo. La comunità italiana di Buenos Aires contava infatti quasi 300 mila persone al 2015, rendendola di fatto la città straniera più italiana al mondo.

Un numero impressionante, soprattutto considerando che non tutti gli italiani sono iscritti ai registri esteri. Ma quello di Buenos Aires non è un fenomeno isolato. In tutte le città argentine non è difficile imbattersi in qualche italiano. Sempre secondo il Ministero degli Esteri sono quasi 900 mila gli italiani in Argentina. Tutte le principali città contano decine di migliaia di residenti che provengono dal Belpaese.

Ma per quale motivo siamo così attratti dall’Argentina? I motivi chiari, in verità, non ci sono nonostante l’influenza italiana nel paese è sempre stata molto forte. Oltre il 50% degli argentini ha origini italiche, mentre la lingua non è un ostacolo insormontabile a differenza di altri paesi. L’italiano è infatti la seconda lingua più parlata, e non è difficile farsi capire anche da chi non lo conosce.

L’economia negli ultimi anni e’ in netto retrocesso in linea con la crisi economica globale. Il terreno non è propizio per chi desidera avviare un’attività o iniziare delle collaborazioni con le realtà locali. Ciò nonostante, la cultura, i modi e lo stile sono molto simili ai nostri, come dimostra anche l’architettura. Strade, monumenti e intere zone seguono uno stile mediterraneo, facendoci sentire più vicini rispetto agli 11 mila chilometri di distanza.

A Buenos Aires uno dei quartieri più famosi è il quartiere Palermo. Questo rione è una vera e propria Little Italy che ha accolto sin dall’inizio del Novecento i migranti italiani. Il cuore di questo quartiere è Plaza Italia, e solo questo dovrebbe far pensare all’importanza e all’influenza della comunità italiana. Al centro della piazza spicca il Monumento equestre a Giuseppe Garibaldi, eroe dei due mondi, ovvero Italia e Sud America.
Dopo una pausa dovuta alla crisi del paese all’inizio del Duemila, gli italiani che si trasferiscono in Argentina sono sempre più numerosi. Anno dopo anno il numero aumenta sempre di più e, secondo previsioni, a questi ritmi raggiungeremo presto il mezzo milione solo nella capitale. Una cifra impressionante che rende l’Argentina la seconda casa di noi italiani.