Congo: l’Italia in lutto

La Presidenza della Repubblica, il Primo Ministro e il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale hanno espresso in queste ore il loro sgomento per il “vile attacco” che poche ore fa, nei pressi della città di Goma, in Congo, ha ucciso l’Ambasciatore d’Italia a Kinshasa, Luca Attanasio, il carabiniere Vittorio Iacovacci e il loro autista.

Appresa la notizia, il Capo dello Stato, Sergio Mattarellaha scritto al numero 1 della Farnesina esprimendo il suo più sentito cordoglio e spiegando come in queste ore il Paese sia “in lutto”.

Di “immenso dolore” per la scomparsa di questi “due servitori dello Stato” ha parlato invece il Ministro degli Affari Esteri, Luigi Di Maio.

Anche il Premier, Mario Draghiha espresso il suo cordoglio per la scomparsa del diplomatico, del militare e dell’autista, spiegando di “seguire con massima attenzione gli sviluppi” della situazione. Al loro cordoglio si è aggiunto via via quello di altri rappresentanti delle istituzioni e del Governo.

“Profondo dolore” è stato espresso dalla presidente del Senato Elisabetta Casellati: “l’Italia non dimenticherà mai i suoi “costruttori di pace”, caduti mentre cercavano di portare sicurezza e supporto ai popoli oppressi. Occorre però che la condanna nei confronti dei responsabili di questo ignobile atto sia accompagnata dall’impegno della comunità internazionale a combattere con ogni mezzo qualunque forma di violenza in quei territori. Ai familiari delle vittime giunga la mia vicinanza e il mio cordoglio”.

Di agguato “vile e barbaro” parla il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini esprimendo “profondo dolore per l’attacco nel quale oggi hanno perso la vita l’Ambasciatore Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci. Alle famiglie delle vittime, all’Arma dei carabinieri il più profondo cordoglio, vicinanza e solidarietà a nome mio e di tutta la Difesa”.

“Oggi nell’attacco al convoglio ONU nella Repubblica democratica del Congo hanno perso la vita due servitori dello Stato. Un vile e barbaro agguato che l’Italia, fermamente impegnata con la comunità internazionale, condanna con forza. Alle famiglie dei nostri connazionali e di tutto il personale delle Nazioni unite coinvolto va la nostra incondizionata riconoscenza e affetto”, conclude Guerini. “Siamo vicini e condividiamo il dolore delle famiglie per la perdita dei loro cari”.

“Dolore e sgomento” sono stati espressi anche dal Presidente della Camera, Roberto Fico, che invia alle famiglie dell’ambasciatore Attanasio e del carabiniere Iacovacci “la vicinanza e il cordoglio di Montecitorio e di tutte le istituzioni”.

Così ha fatto anche il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, che ha inviato un breve messaggio di cordoglio ai ministri Di Maio e Guerini “per l’uccisione dell’ambasciatore italiano in Congo, Luca Attanasio, del carabiniere Vittorio Iacovacci e di un autista in servizio presso la rappresentanza diplomatica di Kinshasa”. La responsabile del Viminale, conclude la nota, “è vicina alle famiglie delle vittime, al Corpo diplomatico e all’Arma dei carabinieri”. (aise)

Fonte: Congo: l’Italia in lutto (aise.it)