Campagna di iscrizione AIRE

Dalla rete diplomatico-consolare all’estero viene regolarmente confermato come ampie fasce di cittadini non si iscrivano all’AIRE, pur trovandosi nelle prescritte condizioni di legge. Una delle principali ragioni di fondo di tale fenomeno attiene alla percezione della sostanziale “inutilità” dell’AIRE. In altri termini, l’iscrizione è obbligatoria per legge (477/1988), ma non ne vengono avvertiti con immediatezza i vantaggi concreti, nè è prevista una sanzione nel caso di inosservanza.

Proprio per illustrare i vantaggi dell’iscrizione all’AIRE, d’intesa con il Servizio Stampa questa Direzione Generale ha messo a punto una campagna promozionale pensata per poter essere veicolata sia in versione digitale, su web e social, sia in forma cartacea. La campagna verrà lanciata lunedì 2 ottobre sul sito esteri.it e sugli account Twitter e Facebook della Farnesina e sarà ripresa lo stesso giorno sui siti web delle sedi diplomatico-consolari.

Al di là degli aspetti positivi per i connazionali che si iscrivono, disporre di dati anagrafici aggiornati sui residenti all’estero consente inoltre di disporre di una più realistica fotografia della nostra collettività – importante per agevolare un’efficace prestazione dei servizi all’utenza – e della pressione che essa esercita sui servizi consolari. E ciò, anche per sostenere la richiesta di risorse adeguate per la rete diplomatico-consolare.

Per quanto riguarda le modalità per effettuare l’iscrizione, la campagna invita i connazionali a individuare sul sito esteri.it il proprio consolato e quindi a contattarlo. Inoltre, in aggiunta alle tradizionali modalità di iscrizione, si preannuncia fin d’ora che sarà progressivamente estesa alla rete anche la possibilità di iscrizione attraverso il programma appositamente dedicato ai servizi consolari, già in funzione presso le sedi che partecipano al progetto pilota.