A Montevideo la conferenza su “l’esperienza italiana nel settore energetico”

Organizzata congiuntamente dall’Organizzazione Latinoamericana dell’Energia (OLADE), dal Ministero uruguaiano dell’Industria, Energia e Miniere (MIEM) e dalla Banca Interamericana di Sviluppo (BID), si è tenuta dal 10 al 14 dicembre scorsi a Montevideo la Terza Settimana dell’Energia. Principale evento regionale dedicato al tema dell’energia, la terza edizione ha registrato oltre 800 partecipanti, delegazioni di 22 Paesi, otto ministri dell’Energia e altrettanti viceministri e, articolandosi in una serie di iniziative e approfondimenti tematici.

In questo contesto, venerdì 14 dicembre l’Ambasciata d’Italia a Montevideo ha organizzato la conferenza “Esperienza Italiana nel Settore Energetico”, con l’obiettivo di valorizzare la grande competenza dell’Italia nel campo dell’energia.

Il tema al centro della conferenza – moderata dal Presidente dell’Associazione Uruguaiana delle Energie Rinnovabili, Jorge Dosil – è stato affrontato in modo bilanciato dai diversi speaker, che – riporta oggi l’Ambasciata – hanno spaziato da aspetti più tecnici, quale i diversi tipi di misurazione dell’efficienza energetica, a prospettive di investimento in innovazione tecnologica.

Maria Anna Segreto, del Dipartimento Unità Efficienza Energetica dell’ENEA – Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, ha approfondito il sistema energetico nazionale italiano, con un focus specifico sulla gestione e le strategie per l’efficienza energetica. Jorge Cernadas, General Manager di Enel Uruguay, e Manlio Coviello, Presidente di Terna Plus (la nuova divisione del gruppo Terna che si occupa di sviluppo internazionale), hanno illustrato le prospettive commerciali delle due aziende in Uruguay e nella regione, sottolineando in particolare gli ampi spazi di collaborazione produttiva tra Italia e Uruguay. (aise/17.12.2018)