2 aprile, giorno dell’immigrante calabrese nel mondo

Nel giorno in cui si commemora un nuovo anniversario della morte di San Francesco di Paola, Santo calabrese, nato a Paola in Calabria, il 27 marzo 1416, e morto a Tours il 2 aprile 1507, francescano e fondatore dell’Ordine dei Minimi, si celebra a livello internazionale il giorno dell’ Immigrante calabrese nel mondo. Questa giornata è stata sanzionata con Legge regionale 6 novembre 2012, art. 54, dalla Regione Calabria, su un progetto dell’Associazione Lega Donne Calabresi (Liga de mujeres calabresas), e della Federazione delle Associazioni Calabresi in Argentina (FACA), promosso dal cavaliere Irma Rizzuti, ex presidente della FACA e presidente all’epoca e ora della Lega su citata. Dall’istituzione della giornata all’epoca pre pandemia la Direccion General de Colectividades del Gobierno de la ciudad de Buenos Aires, con la FACA hanno celebrato questo giorno in Av. De Mayo, con grandi e allegri festeggiamenti con stand culturali, turistici e gastronomici e spettacoli con la partecipazione di numerosi cantanti. Ora non è possibile riunirsi, ma il ringraziamento verso il cavaliere Rizzuti continua vivo e indelebile, almeno da parte di chi conosce la storia di questa celebrazione.

Come ha scritto Julio Croci, ex presidente di Feditalia, riferendosi alla nostra Irma:

“Muy feliz dia del Inmigrante Calabres!
En la figura de esta inmigrante calabresa
Irma Rizzuti, ejemplo de lucha, generosidad, amistad, solidaridad y trabajo, un gran homenaje a todos los hombres y mujeres de bien provenientes de una tierra mágica que emigraron en busca de una vida mejor y contribuyeron hacer grande a la patria de acogida”.

Edda Cinarelli